Motori ricerca Google - Informatica a domicilio a Roma.

Vai ai contenuti

Menu principale:

IL CORSO PREVEDE NUMEROSI APPROFONDIMENTI SU QUESTO ARGOMENTO. QUESTA E' UNA SINTESI PRATICA.
MOTORI di RICERCA Come funzionano internet ed il web .
Avendo realizzato sul nostro computer un sito web bisognerà “pubblicarlo” cioè inserirlo nel web attraverso l’intervento di un “provider” cioè un centro elettronico (host) collegato alla rete internet.
Una volta “pubblicato” bisogna però farlo trovare secondo la richiesta degli utenti della rete e questo è il compito dei “motori di ricerca”.
I “motori di ricerca” sono strumenti che permettono di individuare i siti presenti nel web che corrispondono alle richieste che i “visitatori” esprimono attraverso  “parole chiave”, le keywords.
Quindi il motore di ricerca riceve la comunicazione da parte dell’utente e scansiona i suoi archivi per trovare quei siti web che sono più attinenti alla richiesta. Da parte sua il sito web deve contenere parole chiave che possano facilitare questa ricerca cioè immaginare le più probabili parole o frasi che l’utente potrebbe inserire.
L’inserimento di un sito negli archivi gestiti dai motori di ricerca si definisce “indicizzazione” e può avvenire attraverso l’iscrizione diretta nel motore oppure attendendo che sia il motore stesso ad individuare il nuovo sito e a memorizzarlo.
Esistono numerosi motori di ricerca ma attualmente il più potente è Google che ha anche assorbito altri motori (Bing) e ne ha associato altri integrando la propria area di ricerca (ad esempio, Virgilio, Arianna ecc..).
Motore di ricerca GOOGLE
Con un software chiamato “ragno (crawler)” Google setaccia continuamente il web alla ricerca di nuovi siti web da catalogare attraverso le keywords in essi presenti. Google memorizza le keyword ma anche l’argomento del sito e le descrizioni interne.
Come cercare in Google
Non conviene fare ricerche in Google con una sola parola-chiave perché l’ampiezza del web produrrebbe una risposta formata da un elenco enorme di siti selezionati. Converrà associare qualcosa in aggiunta alla ricerca principale.
Se digito “Manzoni” (lo scrittore) la risposta conterrà anche i siti in cui compare la fermata della metropolitana “Manzoni” e ciò succederà anche se digito “Alessandro Manzoni”. Se invece digito “Manzoni, sposi” la selezione sarà limitata al personaggio Alessandro Manzoni ed ai Promessi sposi”.
Più sono le parole immesse più si restringe la selezione.
Come appaiono le pagine di risposta
E’ importante l’ordine con cui vengono visualizzate le risposte selezionate in quanto è stimato che l’utente legga i titoli presenti al massimo nelle prime tre “pagine-video”.
Esiste quindi l’esigenza di informazione da parte dell’utente ma anche l’aspetto commerciale delle aziende per cui questi utenti vanno “catturati” fornendo le risposte posizionate nelle prime pagine. Per questo Google crea una graduatoria attribuendo ad ogni sito web un punteggio di merito tecnico (il rank) che serve a posizionare il sito nell’elenco da visualizzare.
Essere presente nelle pagine alte di Google è un aspetto commerciale su cui incide principalmente il numero di visualizzazioni e la posizione nelle pagine.
Google prevede quindi che un sito realizzato secondo le sue regole tecniche sia ricompensato con un buon posizionamento ma prevede anche la “sponsorizzazione” del sito (a pagamento) per superare il punteggio tecnico.
In realtà la pagina di risposta viene suddivisa in due parti di cui quella superiore è dedicata ai siti “sponsorizzati” seguiti poi dall’elenco “organico” o “naturale”.
Non viene quindi esclusa la validità della buona esecuzione del sito che potrà pertanto occupare le migliori posizioni appena sotto i siti sponsorizzati.
Cosa viene visualizzato
Le informazioni visualizzate vengono prelevate dal nome del dominio, dal titolo e dalla descrizione del sito, dai testi e dalle immagini contenute
Ricerca di “occhiali da vista”: La risposta è di 21.900.000 siti selezionati.
Ricerca di “occhiali da vista Roma” : La risposta è di 5.210.000 siti selezionati.
Ricerca di “occhiali da vista Roma tiburtina”: La risposta è di 53.300 siti selezionati
Google visualizza nella parte alta della pagina i siti "sponsorizzati" seguiti poi da quelli che si avvalgono del punteggio per la buuona esecuzione tecnica (risultati "organici" o "naturali").
Le sponsorizzazioni.
GOOGLE ADWORD
La “sponsorizzazione” dei siti web avviene col metodo del “Pay per Clic” che consiste nel pagare un importo ogni volta che il proprio sito web viene aperto dal visitatore. Per questo vengono stabilite parole-chiave.
Anche in questo caso vi è un ordine nella visualizzazione del sito ed esso é stabilito secondo l’importo per clic che il venditore ha stabilito di pagare e secondo statistiche sulle visite eseguita da Google.
Il rischio che il venditore assume consiste nell’avere un numero elevato di visualizzazioni ma pochi acquirenti per cui il R.O.I. (il ritorno sugli investimenti) può essere una spesa inutile.
Ciò può dipendere dalla poca appetibilità dell’offerta ma anche dall’aver sbagliato la scelta delle parole-chiave che devono essere mirate all’oggetto della vendita.
GUADAGNARE CON ADSENSE
Chi possiede un sito web può concedere a Google uno spazio a pagamento sul proprio sito per ospitare banner pubblicitari di siti sponsorizzati con il “pay per clic”. Ovviamente se Google incassa 50 cent. con il “pay per clic” paga invece 10 cent. al sito ospitante il banner da cui è venuto il clic. Google quindi si garantisce pagando 10 cent. solo avendone incassati 50.
GOOGLE TECNICO
La "cronologia".
Google memorizza i siti visitati in una cronologia. Per accedere alla cronologia fare clic sui puntini che appaiono nel riquadro della ricerca, a destra.
Si apre un elenco, fare clic su cronologia. Viene mostrato l’elenco dei siti visitati e, per Facebook, l’accesso alle pagine.
E’ possibile intervenire sulla cronologia selezionando le righe per eliminare i dati (il pulsante di eliminazione è a destra in alto, sulla cornice).
Una cancellazione più ampia è relativa ai dati di navigazione cioè quelle memorizzazioni  create durante le visualizzazioni.
Facendo clic su “cancella dati di navigazione” appaiono i seguenti dati tra cui potete selezionare quelli che volete cancellare.
• Cronologia di navigazione
• Cronologia Download
• Cookie e altri dati dei siti
• Immagini e dati memorizzati nella cache
• Password ed altri dati di accesso
• Dati nella compilazione automatica dei moduli
• Impostazione sito
• Dati app in hosting
Attenzione alla cancellazione delle password e dei dati dei moduli che quindi dovrete digitare nuovamente alla prima occorrenza. Si consiglia di selezionare le prime quattro voci.
Si può anche indicare l’intervallo temporale.
• Ultima ora
• Ultimo giorno
• Ultima settimana
• Ultime quattro settimane
• Tutto

GOOGLE Analitycs
E’ una guida per i tecnici.

GOOGLE MAPS
Mostra le mappe dei luoghi indicati nonché le attività sponsorizzate presenti in zona. Ha la funzione di zoom, visualizza in formato “pianta” ed in formato “wiev street” cioè vista delle strade a tre dimensioni.
Sulle mappe sono indicate le distanze tramite un segmento metrico.

GOOGLE STORE
E’ un magazzino di prodotti hardware, telefonini, dispositivi vari (sicurezza, casa, ecc..)

GOOGLE PLAY
Un magazzino per smartphone che propone giochi, film, libri, musica. Si può acquistare.
PARTECIPATE AL NOSTRO CORSO PRATICO PER SAPERNE DI PIU'. USATE "CONTATTI"

     
Torna ai contenuti | Torna al menu