La tastiera - Informatica a domicilio a Roma.

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA TASTIERA (sintesi)
  
La tastiera è composta da zone in cui sono posizionati tasti del tipo delle macchine da scrivere, tasti numerici, pulsanti programmati.
Ad ogni simbolo della tastiera corrisponde un segnale numerico che viene inviato al sistema per far comprendere cosa abbiamo inserito.
Di fatto non si trasmettono lettere e numeri ma righe di codice che il sistema associa alla lettera o al numero secondo la posizione che il tasto occupa nella tastiera.
Come si usa la tastiera
Il corso prevede l'utilizzo pratico della tastiera sia attraverso singole operazioni che con un programma di videoscrittura. Qui troverete solo informazioni sintetiche di base.

Vediamo come si presenta la tastiera cominciando dal tasto ESC (in alto a sinistra).
Il tasto ESC da solo non fa niente. E’ invece utilizzato nelle applicazioni (le APP) ed in genere è finalizzato all'uscita dall’operazione in corso.  
Sulla prima riga in alto sono presenti i “tasti funzione” cioè tasti che sono programmati per realizzare particolari algoritmi (sono F1-F2- …. F12 ecc..).
Anche questi tasti non fanno niente se non sono utilizzati all’interno di un’applicazione (App).
Si tratta di pulsanti che possono essere anche richiamati nella realizzazione di software applicativo esterno (nel programma applicativo sarà indicato “ se F1 fai…, se F2 fai… ecc..).
In genere vengono associati, per tacita convenzione,  a funzioni standardizzate come, ad esempio, il tasto F1 viene collegato alla visualizzazione dell’Help (aiuto).
La parte centrale è come tastiera QWERTY della macchina da scrivere (i primi sei tasti da sinistra). Alcuni significati :
A sinistra
• le due freccette contrapposte = spostamento del cursore (il cursore è quel simbolo che si muove sullo schermo muovendo il mouse)
• freccetta verso l’alto = maiuscolo di un carattere (per scrivere in maiuscolo, tenere premuto la feccetta in alto a sinistra e spingere il tasto del carattere. Lasciare). Vale fino a che il tasto della freccetta in alto viene tenuto premuto, poi i caratteri diventano normali.
• Catenaccio  = blocco del maiuscolo (si preme una volta sul catenaccio e tutto ciò che si scrive viene in maiuscolo). Si sblocca premendo di nuovo sul catenaccio.
Alcuni tasti sono segnati con più simboli.
  • Nel caso di due simboli, quello inferiore si usa normalmente mentre per avere quello superiore bisogna premere il maiuscolo (freccetta a sinistra della tastiera) e poi il tasto del simbolo.
  • Nel caso di tre simboli, per quello inferiore e quello superiore si procede come abbiamo visto mentre per il terzo (a destra) bisogna tenere premuto Alt Gr.
Un tasto particolare è “Stamp” che sulla prima riga in alto verso destra.
Con Stamp si cattura l’intero video (desk top).
Si preme Stamp e, dopo essersi trasferiti sul ricevente, si preme ctrl V.
L’immagine complessiva viene incollata sul nuovo file.
Tutta la parte destra  della tastiera è occupata da un “tastierino numerico” che può essere attivato spingendo, quando serve, il tasto Bloc-Num.
Con il Bloc-Num disattivato il tastierino è programmato per le altre funzioni indicate con i relativi simboli.
A secondo delle esigenze, l’utente utilizza il Bloc Num fisso se esegue molti inserimenti di numeri avvantaggiandosi del raggruppamento che permette di posizionare le dita in una medesima zona della tastiera.
Da notare il tasto centrale 5, che è sottolineato in rialzo, è il punto centrale del movimento delle dita sul tastierino.
I numeri sono presenti anche nella seconda riga in alto. Per brevi  inserimenti é più conveniente utilizzare questi ultimi considerando che lo spostamento in orizzontale delle dita sulla riga non incide significativamente.
Avendo attivato il Bloc Num fisso si perdono le funzioni non numeriche (ad esempio il tasto Ins che diventa 0, il CANC che diventa punto).
Il tastierino numerico si sblocca cliccando nuovamente sul tasto Bloc Num.
Una caratteristica particolare di questo tastierino numerico è che esso sovraintende alla scrittura di simboli che però non appaiono sulla tastiera.
Sulla riga in basso della tastiera vi è la barra spaziatrice per spostare il cursore durante le scrittura, gli spaziatori ecc..
NOTA
Sulla tastiera, il largo spazio rettangolare centrale, in basso,  ha le stesse funzioni del mouse (che quindi non è indispensabile) ma rappresenta una facilitazione.
Questo pannello si utilizza passandovi sopra il dito al cui movimento corrisponderà lo spostamento di un simbolo grafico sullo schermo (il cursore) che potrete posizionare secondo esigenze.
• un colpetto sul pannello =  “clic” di selezione
• due colpetti = “invio”.
Per spostare testi o altro basta selezionarli (freccetta in alto+ ►), posizionare il cursore, e spostarli trascinando il dito.
Sul bordo destro del pannello vi sono disegnate due freccette (in alto ed in basso). Esse servono allo scorrimento verticale nel testo.
La striscia in basso mostra un elenco di operazioni da poter eseguire. E’ come il tasto destro del mouse.
PARTECIPATE AL CORSO PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER LE ESERCITAZIONI.
    


Torna ai contenuti | Torna al menu